4 buoni motivi per affidarsi ad un consulente di carriera se vuoi cambiare lavoro

Stai pensando di cambiare lavoro ma non sai bene cosa fare e come?

Ti piacerebbe avere al tuo fianco una persona capace di guidarti in questo passaggio?

Cambiare lavoro è una scelta importante, a volte una scelta di vita. Non di rado può diventare un’impresa faticosa e demoralizzante, soprattutto quando i risultati faticano ad arrivare nonostante tutto l’impegno che ci metti.

Quando le cose non vanno come vorremmo, il rischio è di entrare in un circolo vizioso di pensieri negativi che, oltre a metterti di cattivo umore, ostacolano ampiamente il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Se vuoi affrontare un cambiamento lavorativo, la figura professionale che può aiutarti a farlo è il Consulente di Carriera.

Il Consulente di Carriera è un professionista esperto di orientamento e un profondo conoscitore del mercato del lavoro. Attraverso il suo aiuto, potrai fare le scelte giuste per la tua carriera e acquisire un metodo di ricerca del lavoro che ti porti a raggiungere il tuo obiettivo nel tempo minore possibile.

Ecco quattro buoni motivi per affidarti ad un consulente di carriera se vuoi cambiare lavoro:

 

1) TI METTE SULLA STRADA GIUSTA

“E’ sempre bene sapere qual è il prossimo passo da fare”

Il desiderio di cambiare lavoro non sempre coincide con l’avere le idee chiare su ciò che vorremmo fare. Il consulente di carriera sa che il punto di partenza sei sempre tu, per questo inizialmente ti farà delle domande, sarà curioso di conoscere la tua storia, i tuoi sogni nel cassetto, i valori che guidano la tua vita. Per aiutarti a focalizzare la strada giusta, analizzerà attentamente le tue esigenze e motivazioni al cambiamento, mettendoti infine nelle condizioni di compiere una scelta consapevole e ponderata.

 

2) FAVORISCE LA TUA CRESCITA

“Solo chi sa cambiare, può evolvere”

Come gli alberi e i fiori, siamo qui per crescere. Se non portiamo crescita nella nostra vita, essa a poco a poco si spegne. Abbiamo margine di crescita soprattutto laddove ci sentiamo più fragili e insicuri, per questo il consulente di carriera ti aiuta ad identificare chiaramente non solo i tuoi punti di forza (che fa sempre bene all’autostima!) ma anche le tue aree di miglioramento, alcune delle quali potrebbero essere: la capacità di esprimere i propri bisogni, di lanciarsi in situazioni nuove e sconosciute, di negoziare la propria retribuzione.

Dopo aver fatto questo, ti porta infine a considerare nuovi punti di vista e comportamenti per stare meglio e per portare più soddisfazione nella tua vita professionale.

 

3) TI AIUTA AD ESPRIMERE IL TUO VALORE PROFESSIONALE

“Fai sapere al mondo chi sei”

Sapevi che la ricerca del lavoro si basa, in buona parte, sulla capacità di comunicare efficacemente?

Dalla stesura del curriculum, alla chiacchierata informale con un conoscente che ci chiede cosa facciamo nella vita, fino al classico colloquio di selezione, questa capacità oggi è diventata una discriminante in grado di determinare il nostro livello di inclusione e successo nel mondo del lavoro. Ne consegue che, se non sai trasmettere il tuo valore professionale, è difficile che gli altri possano venire a saperlo.

Lo stesso curriculum non può più essere pensato come uno sterile elenco di esperienze passate, piuttosto come un contenitore capace di veicolare immediatamente il valore tangibile che possiamo portare all’azienda a cui lo stiamo inviando. Ugualmente, il modo in cui interagiamo nei social network è un potente indicatore delle nostre capacità comunicative e relazionali, così come il tipo di contenuti che pubblichiamo dicono molto di noi… Meglio non lasciare tutti questi aspetti in balia del caso quando vuoi cambiare lavoro!

 

4) TI MOSTRA COME SI FA A TROVARE IL LAVORO CHE VUOI

“La strategia è la migliore arma che puoi mettere in campo”

La ricerca del lavoro è un compito che può diventare arduo e impossibile se si persiste nel fare le cose sbagliate o farle male. Moltissime persone che cercano lavoro continuano a compiere le stesse azioni come, per esempio, mandare una valanga di curriculum in risposta agli annunci presenti sul web o chiedere alla propria cerchia di contatti se sono a conoscenza di qualche opportunità lavorativa. I consulenti di carriera chiamano questo approccio “passivo”, contrapponendolo ad un approccio “attivo”, di gran lunga preferibile al primo, nel quale ti invitano ad essere protagonista della tua vita e ad andare “attivamente” verso le opportunità lavorative che desideri, attraverso una metodologia di ricerca appropriata.

Hai trovato utile quest’articolo?

Lascia un commento qui sotto o condividilo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *